OSSERVATORIO MADE IN

Lunedì, 19 Ottobre, 2020

LA PRATO DI NESI, TRA L'AGONIA E LA CINA NEGLI SCANTINATI

Notizia del 11/07/2011

Il giorno in cui vendette l'azienda, a Edoardo Nesi, erede del Lanificio T.O. Nesi & figli Spa, venne in mente una frase di Francis Scott Fitzgerald, pronunciata dall'autore del Grande Gatsby durante la Depressione del '29: "Percio' la lascio, ora, la mia citta' perduta. Non sussurra piu' di fantastici successi ed eterna giovinezza. Tutto e' perso, salvo il ricordo". E' Prato la citta' "perduta" della quale Nesi racconta gli ultimi due decenni. "Storia della mia gente" (Bompiani, 168 pagg, euro) e' un pamphlet-invettiva contro la globalizzazione e ideologia annessa e romanzo di formazione di uno scrittore che fino al 7 settembre 2004, il giorno della firma dal notaio per la compravendita, ha una vita divisa in due.
L'industriale "di provincia" Nesi e lo scrittore Nesi si ricompongono in una scrittura "luddista", rabbiosa e lirica, che ricorda da vicino quel Luciano Bianciardi che nella "Vita agra" vorrebbe fare a pezzi lo scaldabagno, il "boiler", che lo interrompe ogni volta che fa all'amore con la propria donna. Bianciardi si scagliava contro i segni di un miracolo economico che ha fatto la ricchezza di distretti industriali come Prato, e da qui parte oggi, forse tardiva, la rivolta contro l'ultimo stadio della globalizzazione: "...Un incubo distopico", scrive Nesi, "in cui le differenze tra le persone e gli stati...si sarebbero stemperate prima e dissolte poi in una dorata utopia in cui tutti gli abitanti del mondo sarebbero stati cittadini di un unico impero, sedati dalla pubblicita' e imboniti dalla televisione...felici di parlare la stessa lingua senza avere piu' nulla da dire".
Il paragone con Bianciardi finisce qui, toscanita' a parte. Dopo un andirivieni tra l'Italia e l'America, per formarsi e vedere il mondo, Nesi torna nella sua Prato, "una citta' intera che si fonda sul tessile, costellata di decine e decine di aziende come la nostra, tutte in continua crescita" e dove "non bisognava essere un genio per emergere, perche' il sistema funzionava cosi' bene che facevano soldi anche i testoni, purche' si impegnassero; anche i tonti, purche' dedicassero tutta la loro vita al lavoro". Prato, teatro di un capitalismo "quasi morale, per cui gli operai piu' capaci e piu' volenterosi che decidono di mettersi in proprio e diventare imprenditori possono provare a farlo con una certa possibilita' di successo".
"Storia della mia gente" e' la cronaca dell'annichilimento e della sparizione di un universo di creativita' e di rapporti economici e umani sotto il passo schiacciante di una globalizzazione senza freni e senza ritegno, accompagnata da un pensiero unico al quale si sono accodati politici di destra e sinistra ed economisti di fama.
L'invettiva colpisce furiosamente uno di loro, il professor Francesco Giavazzi, "il piu' petulante" e "il piu' acerrimo sostenitore italiano dell'infinita' bonta' della globalizzazione", destinatario di una lettera mai spedita da "Edoardo Nesi, imprenditore in Prato". "Caro Giavazzi", scrive Nesi, "ieri notte ho fatto un sogno. Ero lei, Francesco Giavazzi, e potevo sbeffeggiare dalla prima pagina del 'Corriere' quegli imbecilli degli imprenditori italiani sbranati dai cinesi senza che nessuno alzi un dito per difenderli...".
E' una lettera a Giavazzi, ma anche a Mario Monti, a Vincenzo Visco, e a tutti coloro che "durante gli anni Novanta, subito prima che la Cina entrasse nel WTO e ai suoi prodotti fosse concesso di invadere l'Occidente come un'onda di piena...giravano il mondo sorridenti a firmare accordi che avrebbero minato la prosperita' dell'Italia" e spinti da "un gigantesco complesso d'inferiorita'" che "impedisce ai nostri politici di difendere gli interessi dell'industria manifatturiera e dei milioni di persone" che "ne campano". Prato, in cui vive una delle comunita' di cinesi piu' grandi d'Europa, "ti prende per la collottola e ti infila il muso nel piscio, come facevano i vecchi ai cani che avevano sporcato dove non dovevano sporcare".
E allora un giorno, venduta l'attivita', lo scrittore accompagna la polizia nell'ispezione di uno di quei fetidi scantinati che hanno preso il posto di fabbriche in cui si producevano "i tessuti piu' belli del mondo", e capisce che l'apertura mondiale degli scambi commerciali non ha solo ucciso "il lavoro creativo e romantico" dell'imprenditore ma ha fatto fuori anche "il regalo che l'Occidente del XX secolo consegna al mondo", ovvero "la nostra legislazione del lavoro...che ha ormai quasi duecento anni" e "stabilisce che un diritto negato e' un diritti anche se nessuno protesta. E va difeso. Sempre".
La salvezza arriva dalla riconquista di una fierezza perduta. Ma forse e' tardi. E quando scende in piazza, insieme con gli altri imprenditori di Prato, "gente che in tutta la vita non ha fatto altro che lavorare", lo scrittore ex imprenditore e' "smarrito". Forse e' tardi. Forse no. Nesi -che da imprenditore si ispirava ai tessuti indossati da Hemingway, Fitzgerald e Lowry- chiede aiuto ai libri, ai fratelli maggiori. Rivolto a Richard Ford, in un convegno pubblico, chiede "che cosa avremo dovuto fare". "Edoardo", risponde l'autore di Sportswriter, "sono certo che alla fine, in qualche modo, l'economia soccombera' a un atto dell'immaginazione".
Fonte: AGI

  Versione Stampa   Invia  
Nasce il primo Canale Italiano di Fiere Virtuali
Notizia del 10/09/2020

Questo è Il calendario delle prime manifestazioni che si svolgeranno a Giugno, Luglio e Agosto. A Giugno comunicheremo le manifestazioni che si svolgeranno ad Ottobre, Novembre e Dicembre. A Luglio verranno comunicate le manifestazioni delll'anno 2021. Come funziona Virtualfair.it  è una fiera a tutti gli effetti. I clienti invitati e iscritti entreranno nel vostro Shooroom con le videocamere e le Ditte procederanno a far visionare i prodotti. Verranno invitati esclusivament...

 

Auguri Presidente
Notizia del 01/09/2020

Il nostro presidente ha compiuto ieri 100 anni, abbiamo fatto gli auguri a nome di tutta l'organizzazione.Auguri presidente per i tuoi primi 100 anni dal 100% Made in Italy....

 

LE NOSTRE PROPOSTE PER GLI STATI GENERALI
Notizia del 12/06/2020

EgregioProf. Avv. Giuseppe ContePresidente del Consiglio dei Ministri00186 RomaFermo, 12 Giugno 2020 Oggetto: Contributo per il Rilancio economico dell'ItaliaRiferimento: Stati GeneraliEgr. Presidente Prof. Avv. Giuseppe Conte,siamo a dare il nostro contributo per gli Stati Generali in corso.Questi gli argomenti che suggeriamo siano inseriti nelle priorità delle azioni da mettere in campo per il rilancioeconomico dell'Italia e del Sistema Produttivo:1.Made in ItalyLa sostanza la normativa2.I centri storiciTra opportunità e prospettive3.ViabilitàPassare dalle auto alle...

 

SHOWROOM Produttori italiani MILANO
Notizia del 10/06/2020

Abbiamo progettato l'apertura di uno showroom a Milano a disposizione di circa 100 aziende 15/20 stabili tutto l'anno E 70/80 presenti nel periodo di vendite 40 giorni per invernale 40 giorni per l'estivo. Abbiamo ricevuto disponibilità per i primi 450 mq di Showroom a Palazzo Serbelloni corso Venezia.In questo primo lotto potranno partecipare indicativamente 15/18 Aziende.Lo Showroom sarà disponibile da Settembre p.v.Pensiamo che  lo showroom funzioni gia da gennaio 2021. Entro Giungo le Aziende dovranno mostrare interessamento.Le Ditte interessate possono prendere contatt...

 

Le nostre proposte per il Dopo Virus
Notizia del 14/05/2020

Chi parla è Istituto Tutela Produttori italiani unica organizzazione professionale che si occupa di Tutelare Valorizzare e Promuovere Produttori italiani. Questa la nostra missione Abbiamo elaborato questo progetto con la consapevolezza che dopo virus la distribuzione di prodotti di qualità italiani non sarà più la stessa.Il Prodotto italiano non può essere più lo stesso soprattutto quello delle piccole Imprese, soprattutto quello delle Imprese manifatturiere. Le fiere non sapremo quando torneranno e se torneranno.Ma se anche torneranno noi e piccol...

 

CHARLIE CHAPLIN E IL CELEBRE DISCORSO TRATTO DA “IL GRANDE DITTATORE”
Notizia del 30/04/2020

Mi dispiace, ma io non voglio fare l’Imperatore, non è il mio mestiere. Non voglio governare, né conquistare nessuno. Vorrei aiutare tutti se possibile: ebrei, ariani, neri o bianchi. Noi tutti vogliamo aiutarci vicendevolmente. Gli esseri umani sono fatti così. Vogliamo vivere della reciproca felicità, ma non della reciproca infelicità. Non vogliamo odiarci e disprezzarci l’un l’altro. In questo mondo c’è posto per tutti, la natura è ricca ed è sufficiente per tutti noi. La vita può essere felice e magnif...

 

Proposte Istituto Tutela Produttori Italiani per il Prossimo decreto attività economiche
Notizia del 20/03/2020

Fermo, 20 Marzo 2020 Oggetto: Proposte Istituto Tutela Produttori Italiani Riferimento: Prossimo decreto attività economiche Erg Onorevoli   in vista del prossimo decreto a sostegno delle attività economiche ci permettiamo di allegarvi il Manifesto del Made in Italy già redatto nel 2018 e il Manifesto dei Produttori Italiani elaborato dopo l'avvento del COVID-19. Auspichiamo vogliate tenere in considerazione il contributo dell'Istituto Tutela Produttori Italiani in questa difficilissima situazione. Con queste iniziative le Imprese potranno avere una prospettiva...

 

Nasce L'ITALIANO - The Gourmet Club
Notizia del 16/03/2020

            Nasce L'ITALIANO - The Gourmet Club Un multiservice per l'esportazione agroalimentare Italiano: Sistema che coniuga la vendita B2B, B2C e presenza alle maggiori manifestazioni fieristiche internazionali del food. Ci sono alcune prerogative assolute, i prodotti agroalimentari devono essere tutti interamente italiani e lavorati interamente in Italia. Sono ammesse materie prime estere di qualità non coltivabili in Italia. L'online ha due punti di forza: vendita a lotto e a foodbox con ricet...

 

La Via della Scarpa
Notizia del 24/01/2020

...

 

Coldiretti Puglia, bene sostegno olio 100% Made in Italy nella grande distrubizione
Notizia del 22/01/2020

Commento di Coldiretti Puglia alla decisione del patron del Gruppo Megamark Giovanni Pomarico di sostenere l’economia olivicola pugliese e del Sud. Apprezzamento per la scelta del Gruppo Megamark di sospendere nelle catene di supermercati DOK e Famila le promozioni dell’olio comunitario, per sostenere le vendite dell’olio extravergine di oliva italiano attraverso un battage comunicazionale forte. E’ il commento di Coldiretti Puglia alla decisione del patron del Gruppo Megamark Giovanni Pomarico di sostenere l’economia olivicola pugliese e del Sud. “E&rsquo...

 

Proposte ITPI per un futuro del sistema produttivo italiano
Ditte che producono interamente in Italia:
La nostra proposta si sostanzia nel Made i...
Introduzione dell'obbligatorietà della preventiva Certificazione da ente italiano, sull'igien...
Il principio della reciprocità dovrebbe essere alla base del commercio internazionale. I Pro...
I Produttori Italiani, i produttori esteri e gli importatori oltre all'attuale etichettatura riport...
E' auspicata la modifica dell'Istituto dell'apprendistato. Lo Stato si dovrebbe far carico di almen...
Il Ministero dello sviluppo economico dovrebbe istituire un albo delle Ditte che delocalizzano, con...
E stato proposto al Ministero dello Sviluppo Economico di regolamentare le agevolazioni alla promoz...
Per dare concretessa ed un indirizzo all'autosufficienza, Il Ministero degli Esteri potrebbe istit...
Segnalazione al Ministero dello Sviluppo Economico per un'immediata defiscalizzazione e decontribuz...
Defiscalizzazione automatica di tutti gli investimenti in ricerca....
Possibilità di attingere alla garanzia statale (ex legge 662) attraverso tutte le banche. Ris...


Forum, Opinioni e Proposte

Come ristrutturare e rendere profittevole un centro storico, come far ripartire le piccole imprese edili , come riportare il commercio nei centri stor...
Made in Italy Originale con questa comunicazione Informiamo Ufficialmente le Dogane Italiane che, in base alla legge attuale sulle rappresentanze, l'...
La tutela del Made in Italy La trasmissione di Rai 3 "Presa Diretta" delle 20.30 del 17 marzo u.s. ha messo in evidenza lo stato di abbandono del sis...
CONSIDERAZIONI IMPORTANTI. Lavoro per tutti dovrebbe essere l’argomento più trattato in TV, ma è l’ultimo. Forse grandi inte...


Elezioni 2013: Proposte dagli Imprenditori nel senso
della responsabilità e dell'efficienza

Proposta che penalizza le imprese con addetti e fa...
Tassa che colpisce immobili privati e di impresa c...
Adozione di unica tassa del:
20% (iva)su tu...
I dipendenti potranno avere il raddoppio dei propr...
L'impresa, sulla base di una sintetica guida, deci...
Sulla base della legge 662/96 lo Stato attiva uno ...
A tutela del citadino italiano, lo Stato dovrebbe ...
Il futuro corre sulla banda larga. Passato il temp...
Le attività di interesse pubblico dovrebber...
Tutte le attività economiche sia di interes...
Dovrebbe essere favorita attraverso una minore tas...
Il sistema viario è stato progettato per l'...
Lo stato non deve più errogare nessun contr...
Potrebbero essere previsti rimborsi forfettari sen...
Il piano dovrebbe prevedere il blocco assoluto del...
I contratti di assunzione nel settore pubblico dev...
Visto che gli eletti dovrebbero progettare e gesti...
Tutti i contratti, firmatari, spese e ricevute dov...
Limitano l'accesso alle professioni da parte dei g...
Abolizione del istituto del fallimento per tutte l...
Un eccesso di vincoli e costi per le Imprese. Tras...

Invia la tua opinione o proposta
Made in Italy - Il portale ufficiale dei produttori italiani
Sede legale
Via Visconti di Modrone 18
20122 Milano
Sede operativa
Palazzo Produttori
Via Carlo Cattaneo 1
63900 Fermo
Vedi mappa

Tel +39.0734.605483
Fax +39.0734.605482

[email protected]
Siti collegati
Info