MadeinItaly.org\Osservatorio -
2015-01-01

Dieci milioni di euro per innovare le imprese pugliesi

Innovazione è oggi la parola d’ordine per accrescere la capacità competitiva delle piccole e medie imprese.  A te imprenditore che “ci stai pensando”, ti evidenzio  un bando interessante pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia   n. 57 del 19.04.2012– D. D. Servizio Ricerca Industriale e Innovazione 2 aprile 2012 , n. 37.

Si tratta di aiuti ai Servizi di consulenza per l’innovazione tecnologica delle PMI, esattamente di interventi regionali diretti alle imprese, singole o associate, per il sostegno degli investimenti innovativi immateriali, e per quelli finalizzati all’acquisizione, di servizi di supporto all’innovazione tecnologica per il miglioramento del loro processo produttivo e al posizionamento strategico nei mercati nazionali e internazionali.

Sono  disponibili 10.000.000,00  (diecimilioni di euro) di cui il 20% è per le domande di aiuti  presentate da imprese che operano nei settori della moda (tessile, abbigliamento, lavorazione pelle), il 10% è per le domande presentate da imprese che operano nei settori del Design (legno, arredo, nautica, lavorazione della pietra e ceramica artistica, industria del legno e della fabbricazione di mobili, costruzione di navi e imbarcazioni, fabbricazione di prodotti in ceramica per usi domestici e ornamentali, lavorazione artistica del marmo e di altre pietre affini, lavori in mosaico; il 20% è per le domande coerenti con il Piano di Sviluppo dei distretti Produttivi regionali pugliesi; e infine, il 50% è  per domande presentate da imprese non menzionate prima.

Sono escluse le aziende di :
- produzione primaria agricoltura e allevamento
- costruzione navale
- industria carboniera
- siderurgia
- fibre sintetiche
- turismo.

Possono presentare domanda di aiuti regionali per servizi di consulenza le Piccole e Medie Imprese (PMI) in forma singola o organizzate in rete con (segnalo alcuni dei requisiti) attività economica riferita in via principale ai codici della classificazione ISTAT ATECOFIN 2007 , con  almeno 3 occupati , con sede operativa sul territorio regionale, in possesso  dei requisiti di piccola  e media impresa ai sensi della raccomandazione CE 2003/361/CE del 06.05.2003 pubblicata sul GUCE L.124 del 20.05.2003, ed essere aziende attive con bilancio approvato.

Le aziende che beneficeranno l’aiuto sono obbligate ad apportare  un contributo finanziario pari al 25% dei costi ammissibili e sono tenuti all’obbligo del mantenimento dei beni agevolati per almeno 5 anni dalla durata di ultimazione del progetto.

Il contributo regionale messo  a disposizione è finalizzato all’acquisizione dei seguenti servizi specialistici di supporto all’innovazione tecnologica di prodotto e processo:
- servizi tecnologici di progettazione per l’innovazione di prodotto e di processo produttivo
- servizi di supporto all’innovazione di prodotto nella fase di concetto
- servizi tecnologici si sperimentazione
- servizi di gestione della proprietà intellettuale
- studi di fattibilità per la realizzazione di progetti di ricerca industriale, sviluppo sperimentale, trasferimento tecnologico
- servizi per l’efficienza ambientale ed energetica.

Fonte: BariLive.it

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin
Made in Italy Day
2015-01-01
Image
XXVI Convegno di Capri GGI di Confindustria, "Alziamo il volume - diamo voce al futuro"
2015-01-01
Image
DI PRINZIO...ELEGANCE IN FURNISHING
2015-01-01
Image
Le previsioni della stampa estera:Tra 10 anni sparir
2015-01-01
Image

Richiedi informazioni su Madeinitaly.org

Compilando il form riceveremo il tuo interessamento, la segreteria informativa vi ricontatterà per programmare una call conoscitiva

Nome Azienda
Nome Referente
Email Referente
Sito Web
Whatsapp
Nazione
Note
Ai sensi e per gli effetti dell’art. 7 e ss. del Regolamento (UE) 2016/679, con la sottoscrizione del presente modulo acconsenti al trattamento dei dati personali secondo le modalità e nei limiti di legge e considerati come categorie particolari di dati.

Accreditamento CNEL, n.89 del 16/04/2004
Accreditamento MISE TEM_00000037

Palazzo Produttori

Via Carlo Cattaneo,1
63900 Fermo, FM
Italia

Contatti

+39 (0)734 60 54 84
[email protected]
L'iniziativa è promossa e soggetta al controllo dell'Istituto Tutela Produttori Italiani.

©Copyright© 1992 - 2024. Tutti i diritti riservati.